Storia anno per anno: 1999-2004

1999

Continuano ancora i viaggi della Dmitry Shostakovich, che culminano con il centesimo viaggio sostenuto da Ebenezer, nel mese di dicembre.
Per la fine dell’anno, più di 50.000 ebrei vengono aiutati ad intraprendere l’aliya dalla fondazione dell’opera: 25.000 tramite i viaggi in nave e il resto tramite i voli della Jewish Agency dall’ex Unione Sovietica.
Vengono aperti altri uffici in Russia.
Vengono organizzati molti viaggi di “pesca” tra le comunità ebraiche, con il trasporto di cibo e aiuti umanitari e la condivisione del messaggio dell’aliya.
La conduzione delle operazioni nell’ex Unione Sovietica viene divisa in due aree geografiche: Mosca, che copre il nord della Russia e la Siberia; e Kiev, che supervisiona il lavoro in Ucraina, Georgia, Armenia, Bielorussia, Moldavia e le nazioni centro asiatiche.

2000

La nave turca Iskenderun viene noleggiata per i primi due viaggi dell’anno. In seguito, viene noleggiata la Russ, nave gemella della Dmitry Shostakovich, per il resto dell’anno. Continuano anche i voli.
Dopo la morte di Gustav Scheller, la struttura di Ebenezer viene mutata in una compagnia presieduta da un Consiglio di direttori. L’ufficio di Gustav ad Ebenezer House, a Bournemouth, rimane il centro di Operazione Esodo.
Aprono gli uffici di Stati Uniti, Svizzera e Germania e vengono nominati i coordinatori nazionali di Australia, Austria, Canada, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Israele, Giappone, Messico, Olanda, Nuova Zelanda, Singapore, Sudafrica, Spagna e Svezia.

2001

Tramite un trattato navale con la Mano Maritime, la nave Iris, gemella della Russ e della Dmitry Shostakovich, viene equipaggiata per un carico maggiore e messa a disposizione per 16 viaggi.
Viene stabilito di nuovo che ogni viaggio debba essere sostenuto dalle preghiere degli intercessori 24 ore su 24, con volontari che vengono incaricati a questo scopo e a cui si uniscono intercessori da tutte le nazioni.
Aumenta il numero degli uffici dell’ex Unione Sovietica usati come basi di pesca. Coprono vasti territori, con collaboratori e volontari dalle chiese locali e da tutto il mondo che lavorano fianco a fianco.
Vengono nominati i coordinatori nazionali di Polonia e India.
L’intifada in Israele ha effetto su un numero esiguo di migranti, ma molti cercano ancora di trasferirsi nella terra promessa.
Si notano segni di crescente antisemitismo in Russia, particolarmente dopo l’attacco dell’11 settembre alle Torri Gemelle di New York.

2002

Viene sottolineato dagli intercessori di Ebenezer il bisogno di mantenere aperto il “ponte spirituale”.
Continua il programma dei viaggi in nave e, nel mese di giugno, la Jasmine sostituisce la Iris.
Vengono gettate le basi per una ulteriore espansione delle operazioni di pesca e dei fruttuosi contatti con le chiese locali. La Jewish Agency rende possibile raggiungere anche le città delle regioni più remote.
Anche se il numero generale dei migranti è basso, in quest’anno si registra un aumento dell’aliya dall’Uzbekistan.

2003

Si verifica un marcato aumento dell’antisemitismo a livello internazionale, in particolare in Europa. Nel complesso, l’aliya diminuisce, ma Ebenezer assiste la maggior parte dei migranti dall’ex Unione Sovietica e il lavoro in queste zone aumenta, compresi i viaggi di pesca e distribuzione di aiuti umanitari.
La Jasmine effettua 10 viaggi e, nel mese di ottobre, trasporta il centomillesimo olim aiutato da Ebenezer ad intraprendere l’aliya.
Inizia lo sviluppo del ministero nel Regno Unito, con la nomina dei rappresentanti regionali e dei leader di preghiera, con la chiamata al pentimento per il passato antisemitismo e all’intercessione per l’aliya.

2004

Si effettuano dieci viaggi in nave da Odessa ad Haifa, l’ultimo dei quali conclusivo delle trasferte marittime. Il ministero, infatti, continua da questo momento con le trasferte aeree.

<- Storia anno per anno: 1991-1998

Storia anno per anno: 2005-2012 ->